fbpx

CONTENUTI SOCIAL FIRST: 3 CONSIGLI PER CREARLI

Bella la comunicazione perfetta e patinata eh…
…Ma un bel video con l’iPhone?

Momento, momento, momento. 
Facciamo un po’ di contesto.

Hai mai visto quei post che trasudano autenticità e che non brillano della lucentezza dei contenuti dei brand tradizionali? 

Beh, probabilmente ti sei imbattuto nei contenuti social-first.
Girati con un iPhone e spesso senza troppi ritocchi, questo tipo di contenuto non solo è amico del tuo portafoglio ma può anche regalarti un ROI (ritorno sull’investimento) senza paragoni.

Ora, potresti chiederti: “Ma davvero il contenuto non tirato a lucido (senza bisogno di quella camera costosa che gira tutto in 4K con quello slow motion da cinema e dei colori perfetti…) può conquistare il mio pubblico?” E la risposta è un “Sì, decisamente sì, al 100%“. 

Il contenuto social-first ha quel fascino semplice che si lega istantaneamente con chi lo guarda. Dalle raccolte di foto su Instagram, alle divertenti caption di testo che le accompagnano, fino alle storie girate con lo smartphone, tutto rientra sotto nel micro-cosmo del social-first.

Vabbè, ammettiamo che, per brand sia giovani che navigati, tuffarsi in questa giungla potrebbe sembrare una scommessa. C’è il rischio di presentare il tuo prodotto o servizio in una luce poco ambiziosa o di lanciare battute che il tuo pubblico potrebbe non capire del tutto. 

Ma qui sinceramente mi viene da dirti: core, fa tutto parte del gioco di scoprire cosa conquista il tuo pubblico!

Un’indagine su Facebook e Instagram ha scoperto che le Ads sui social con persone al loro interno hanno un tasso di clic del 25% più alto rispetto a quelli senza.

I brand stanno comunicando autenticità, realismo e umanità in mille modi sui social, come ad esempio usando una produzione volutamente lo-fi (e anche low budget), mettendo in scena persone vere, schiaffeggiandoti addosso testi e stickers come se non ci fosse un domani, collaborando con creativi, raccontando storie alle quali il pubblico si può collegarsi e usando immagini non rifinite scattate col cellulare o addirittura con camere vintage.

Che poi, diciamocelo, quanto sono belle le vecchie Polaroid?

Ma veniamo a noi.

Il nostro team creativo sforna contenuti social-first ogni settimana, specializzandosi in short video, reels e immagini che entrano nei tuoi social feed.
Visto che attualmente aiutiamo (e soprattutto educhiamo) parecchi dei nostri clienti a farlo, abbiamo raccolto un po’ di trucchi del mestiere da condividere. 

Ecco tre dritte per iniziare a far entrare i contenuti social-first nei tuoi piani di comunicazione, sempre con il sorriso.

Suggerimento 1: Abbraccia le imperfezioni e fai la danza dell’autenticità

Sei su una pista da ballo: E 1,2,3,4, Cin’, Sei, Sett’, Otto… vai a tempo e segui la musica, il resto lo farà il tuo corpo. 
Vedila così anche per i tuoi contenuti social.
Quelle piccole imperfezioni, come una ripresa un po’ goffa, interviste a persone reali, luci imperfette o un audio che ha i suoi alti e bassi, sono proprio ciò che rende autentico e vicino al cuore il tuo contenuto. Non pensare troppo a correggere queste sfumature, altrimenti si vedrà nell’edit finale, e il tuo pubblico non è per niente interessato a questo! 

Le persone vogliono un tocco di spontaneità, un po’ di divertimento, quindi lascia che la tua creatività prenda il volo. Ricorda, il contenuto social-first è tutto un grande gioco, quindi divertiamoci.

Suggerimento 2: Vivi nella cultura “Leggi/Scrivi” e coinvolgi il tuo pubblico!

Grazie a Internet (parolone ormai dal sapore retrò), ora i contenuti non sono solo da consumare passivamente ma anche da plasmare attivamente. 

Come direbbe il guru dei media e della politica Lawrence Lessig, ora viviamo in una cultura “Leggi/Scrivi” (RW) in cui le persone contribuiscono a modellare la cultura con cui interagiscono. Per cavalcare questa onda culturale, coinvolgi il tuo pubblico e dì loro: “Siamo tutti sulla stessa barca!” Chiedi loro di leggere le didascalie o di condividere i loro pensieri nei commenti. Ma una chicca per il 2023 che funziona davvero è usare la funzione “Rispondi” su Instagram e TikTok per rispondere ai commenti nei video. Crea una narrazione che risponde direttamente all’utente, così farai sentire tutti parte di una grande festa.

Suggerimento 3: Surfa sulle Onde dei Trend

I trend sono il cuore pulsante dei social media e vanno da mode passeggere molto veloci ad autentiche vibes stagionali. Non si tratta solo di musica in tendenza; pensa anche a stili di montaggio, filtri, modelli e perfino occasioni speciali come il Natale. Alcuni trend possono essere prevedibili, altre richiedono un tocco di improvvisazione. Adatta il tutto ai tuoi piani e al tuo brand, e tuffati nelle tendenze del momento. Così terrai i tuoi contenuti freschi, coinvolgenti e perfettamente in sintonia con i gusti del tuo pubblico.

Trova il giusto equilibrio tra divertimento, rilevanza e valore, e vedrai che il tuo brand si trasformerà in un party senza fine, dove tutti vogliono essere invitati.

Già che ci sei, ricordati di metterci in lista ESTRO.
Ci vediamo in pista.

contattaci

Picture of Alberto Costalunga

Alberto Costalunga